AMBROSINI e MACCHI

HOME     CHI SIAMO     PROGETTI     CONTATTI

LEON D’ORO

Albergo

L’Albergo Leon d’Oro, hotel di charme di 15 stanze, è stato costruito ai piedi del borgo medioevale di Castell’Arquato sul finire dell’Ottocento, in piena epoca Liberty. I lavori di ristrutturazione sono stati radicali, sono stati ridefiniti gli spazi interni, esterni, i decori, le finiture delle facciate e gli arredi. Il numero delle stanze è stato modificato da 13 a 15, di cui due suite, ed è stata separata l’area colazioni di pertinenza esclusiva dell’albergo dal ristorante Don Ferdinando, aperto anche al pubblico.

L’edificio è stato dotato di ascensore oleodinamico, sono state rifatte le coperture e creati i vespai. L’isolamento termico è stato ottenuto grazie all’ utilizzo di cappotto termico e serramenti di ultima generazione. L’insonorizzazione tra le camere, e tra camera e bagno di pertinenza, è stata garantita per mezzo di pareti divisorie realizzate in gasbeton accoppiate a lastre di cartongesso, rivestite internamente di lana di roccia. Per la climatizzazione si sono utilizzati fancoil al piano terra e split da incasso nelle camere. L’intero edificio si avvale di un sistema domotico che gestisce il controllo delle temperature interne e l’accesso alle camere, mediante carta elettronica a transponder.

Per rispettare la facciata in cotto rivolta verso il borgo medioevale, e per non interrompere la continuità con gli edifici circostanti, il cappotto sul fronte sud/ ovest è stato realizzato all’interno dell’edificio. I cromatismi delle facciate si relazionano con quelli caratterizzanti la piazza antistante: come colore di fondo è stato scelto il beige e per le cornici decorate il grigio nelle diverse sfumature. Immagini fotografiche dell’albergo, risalenti al 1910, e il disegno dei parapetti in ghisa originali di inizio secolo, sono stati fonte di ispirazione per i decori floreali utilizzati per le cornici alle finestre e per i marcapiano.

I colori della decorazione della facciata sono stati ripresi nei decori dei soffitti della hall, del ristorante e negli interni delle camere. Il ristorante ha 54 posti all’interno ed altrettanti nel giardino prospiciente la piazza. Al di sopra del volume del ristorante è stato ricavato uno spazio per gli aperitivi all’aperto al quale si accede mediante una scala esterna in ferro battuto.

La ristrutturazione dell’albergo è stata pubblicata sulla rivista Hotel Domani di gennaio 2012.

Cliccare sull’immagine sottostante per leggere l’articolo completo

Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image